A Fjällbacka sulle orme di Camilla Läckberg: un weekend d´autunno sulla costa della Svezia occidentale

27-09-2014 -

Quale migliore occasione per iniziare a leggere il nuovo avvincente giallo di Camilla Läckberg: "L´uccello del malaugurio" edito da Marsilio, che un weekend a Fjällbacka e dintorni.
Il piccolo villaggio, che ha visto i natali della scrittrice e dove sono ambientati tutti e quattro i bestseller, è perfetto per una pausa autunnale all´insegna di tranquillità e relax.

Un viaggio nell´arcipelago di Fjällbacka, a soli 90 minuti di macchina da Göteborg, è da prendere in considerazione anche in autunno, per ammirare i colori di una natura incontaminata, dove sembra che il tempo si sia fermato. La zona offre un paesaggio unico d´isole rocciose, alcune disabitate, altre caratterizzate da piccole colorate case di legno, piccoli porticcioli affollati di barche da pesca. E proprio la pesca è una delle attività più affascinanti in questo periodo dell´anno grazie agli avventurosi safari di crostacei che da fine settembre ad aprile partono da questa parte di costa svedese.

Per gli amanti della giallista Camilla è possibile seguire le sue orme grazie a tour che partono dalla piazza principale e portano nei luoghi citati nei thriller.
Si può passeggiare nella zona di Backarna, dove vivono i due protagonisti la giornalista Erica Falck e il poliziotto Patrick Hedström, visitare la torre a Badholmen e continuare verso le gole di Kungsklyftan, teatro di diversi omicidi. Per chi ama la vista dall´alto si raccomanda una passeggiata sulla cima di Vetteberget per il suo panorama mozzafiato.
www.vastsverige.com/en/West-Sweden/products/130286/I-Camilla-Lackbergs-fotspar/

Anche i dintorni di Fjällbacka sono da non perdere: ad ovest c´è l´isola di Danholmen, il posto preferito da Ingrid Bergman.

Pochi chilometri a nord, a Tanum, è possibile ammirare le incisioni nella roccia appartenenti di oltre 3000 anni fa che sono fanno parte del Patrimonio dell´Unesco. Le incredibili incisioni dell´età del bronzo raffigurano navi, bighe, guerrieri, scene domestiche e di caccia.
www.vastsverige.com/en/Experience-Fjallbacka/Articles/Articles---English/Tanum-World-Heritage-Area/

Per chi ama i crostacei e le aragoste in particolare, i safari di pesca in questa stagione sono un must. Diversi safari (anche ostriche e gamberi) partono da Everts Sjöbod a Grebbestad. Da qui proviene il 50% di tutti gli astici svedesi, e con i due fratelli Karlsson, a bordo di un vascello di legno è possibile avventurarsi in un´eccitante battuta di pesca e concludere la giornata con una gustosa cena a base di astice nella rimessa delle barche. Grebbestad è una tipica cittadina di pescatori della costa occidentale svedese, situata all´imbocco del canale che porta all´arcipelago di Fjällbacka.
www.vastsverige.com/en/Experience-Fjallbacka/Articles/Articles---English/Grebbestad/

A Fjällbacka si può pernottare allo Stora Hotellet, un esotico hotel con splendida vista sul mare e servizio eccellente, o al Bryggan situato a livello del mare, in un edificio del 1700 con un ristorante molto buono dove è consigliabile cenare.

Lontani dall´estate e dalla folla di turisti che trascorre le vacanze in questo tratto di costa, quando la popolazione arriva a circa 25.000 presenze, l´autunno è il momento adatto per mescolarsi ai circa 1000 cittadini che risiedono a Fjällbacka tutto l´anno.

Come arrivare
Per raggiungere Fjällbacka dall´Italia si vola su Göteborg con Ryanair da Orio al Serio (Bergamo) 3 volte alla settimana fino al 5 novembre e da Roma (Ciampino) 2 volte a settimana; con Norwegian da Roma (Fiumicino) 4 volte alla settimana. Con SAS si raggiunge Göteborg via Copenaghen ogni giorno da diversi aeroporti italiani.
Il modo più veloce per arrivare da Göteborg a Fjällbacka è in macchina. Se non si possiede un´auto, la cosa migliore è prendere un treno fino a Uddevalla oppure fino a Dingle e da lì un autobus fino a Fjällbacka.


Franco Lancellotti