04 Ottobre 2022
Top News

Liechtenstein: Una Favola Moderna

08-03-2014 - Viaggiare con Gusto
C´è un castello con il Principe e la sua famiglia. Ci sono le case medievali e le"banche paradiso". Ma il Liechtenstein, micro Paese lungo 25 km. e largo 12, ha anche montagne, piste da sci e bellissimi sentieri immersi nel verde.

La sua ridotta superficie ne fa il quarto Stato più piccolo d´Europa dopo la Repubblica di San Marino, il Principato di Monaco e la Città del Vaticano. Il Liechtenstein si trova nell´Europa centrale tra la Svizzera e l´Austria ed è quindi senza sbocco sul mare. Conosciuto per essere un paradiso fiscale, questo Paese è in realtà una piacevole, ma poco conosciuta meta di vacanza, sia in estate che in inverno. Racchiude paesaggi montani davvero spettacolari come Malbun, villaggi pittoreschi e foreste lussureggianti. I monti del Liechtenstein sono splendidi anche nella bella stagione in quanto attraversati da 400 chilometri di sentieri, una bella sorpresa per chi ama la montagna d´estate e per chi ancora non conosce questa realtà.Ma non è tutto. Questo piccolo Paese ha anche una cultura effervescente, festival musicali di spicco e una buonissima enogastronomia (il caldo vento fohn fa maturare eccellenti uve da vino). Tutto il Liechtenstein è un affascinante "mix" di modernità e tradizione, a cominciare proprio dalla sua capitale Vaduz. Nel suo centro, circondato da monti alberati e dominato dal fiabesco castello, dimora dei principi regnanti, convivono case medievali e il sorprendente cubo di basalto nero lucido del Museo dell´Arte o Liechtenstein Kunstmuseum, l´emblema architettonico del Paese. Si tratta di un museo nazionale d´arte moderna dove si tengono mostre di artisticontemporanei; ideato dagli architetti svizzeri Morger, Degelo e Kerez, è statoinaugurato nel 2000. La facciata è stata realizzata con materiali quali il cemento tinto di nero, il basalto e ciottoli di fiume colorati. Grazie alla particolare lavorazione, le superfici generano un vivace gioco di riflessi e di luce (www.kunstmuseum.li).

A Vaduz, oltre al museo appena descritto, c´è il Museo Nazionale oLiechtensteinisches Landemuseum. Suddiviso in 42 sale, propone esposizioni a tema dedicate all´archeologia, alla storia, al Medio Evo e alla vita contemporanea(www.landesmuseum.li). Agli appassionati della filatelia piacerà il Museo dei Francobolli o Briefmarkenmuseum, dove sono esposti francobolli rari del Liechtenstein, documenti storici e oggetti che ricordano la storia della Posta. Va anche ricordato che il Liechtenstein ha creato una zecca che produce francobolli per collezionisti (www.postmuseum.li). Questi musei sono diretti con competenza, professionalità e passione dal simpatico ed eclettico Professor Rainer Vollkommer.
Completano questa "città-giocattolo" varie biblioteche e una cattedrale.

Il Liechtenstein e Vaduz sorprendono anche per la ricca offerta di istituzioni culturali e manifestazioni dove convivono le antiche tradizioni locali e una vita culturalevariegata, perché fondata anche su scambi internazionali. Concerti, spettacoli teatrali,danza, insieme a musei, gallerie, atelier, alla letteratura e alla cinematografiacostituiscono un´importante attrattiva per gli amanti della cultura e dell´arte. Questo Paese è anche una stazione termale con locali alla moda, alcuni dei quali risalenti al periodo della "Belle Epoque".

Un piccolo paradiso nel cuore dell´Europa

Se il Liechtenstein non esistesse bisognerebbe inventarlo...
...è l´unico Paese al mondo ad aver assunto il nome della persona che ne aveva acquistato il territorio.
Questo minuscolo Principato (poco più ampio del lago di Como o di Manhattan) ègovernato dal Principe Hans-Adam II del Liechtenstein, il cui casato è annoverato tra le famiglie nobiliari più antiche d´Europa.
Appollaiato in modo pittoresco sulle alture boscose sopra Vaduz c´è lo Schloss Vaduz, il fotogenico Castello. Restaurato nel secolo scorso è di proprietà dei Principi che vi risiedono dal 1938, per cui non è possibile visitarlo. Un castello in stile composito perché costituito da un nucleo medioevale su cui si innestano due ali, una rinascimentale e una neoclassica.
Il Liechtenstein è un Paese che ha basato sul sistema bancario le proprie fortune (15 le Banche che vi operano). Detiene il PIL pro capite più alto del mondo. E poi? Strano ma vero: è il più grande esportatore mondiale di dentiere.

La lingua ufficiale è il tedesco, la valuta il Franco Svizzero.

La Festa Nazionale è il 15 Agosto. Il cerimoniale pubblico prevede una funzione religiosa sul pianoro del Castello a cui fa seguito un aperitivo al quale possono partecipare tutti gli abitanti e anche i turisti in visita. La serata si conclude con uno straordinario spettacolo di fuochi d´artificio, il punto di forza della giornata(www.staatsfeiertag.li).

Molto ricco e pittoresco anche il programma del Carnevale che si festeggia nel mese di Febbraio con sfilate e concerti.
La maggior parte dei visitatori si ferma nel Liechtenstein giusto il tempo per scattare qualche fotografia del castello e per farsi mettere un timbro ricordo sul passaporto. Un vero peccato, dal momento che il Paese - come accennato - offre una quantità dibellezze naturali davvero straordinarie, date le sue dimensioni.
Chi ama il vino può prenotare una visita guidata alla Hofkellerei des Fursten vonLiechtenstein, vigna e cantine del Principe, poco a Nord di Vaduz (www.hofkellerei.li).

Se deciderete di proseguire oltre Vaduz, scoprirete gli splendidi paesaggi alpini di questa insolita nazione, che vi darà l´impressione di non essere poi tanto piccola...
...da Triesenberg (su un´altura soleggiata sul Reno), una strada di frontiera sale attraversando un lungo tunnel sotto una montagna, fino a Steg e prosegue perMalbun, silenzioso villaggio a 1600 metri di altezza, l´unica località sciistica delLiechtenstein, con 23 km. di piste e anche un reticolo di 15 km. per lo sci di fondo. (www.bergbahnen.li).

Come già accennato, d´estate si trovano moltissime possibilità di escursioni a piedi. Un "universo" di bellezza attraversato da una rete di ben 400 km. di percorsi escursionistici ben marcati che viaggia attraverso l´Oberland, l´Unterland e la zona alpina offrendo piacevoli passeggiate e anche impegnativi tour in montagna. La fatica è ripagata da superbi panorami a 360°, dal Lago di Costanza, al Reno e ai monti...

Dove mangiare e dove dormire a Vaduz

Park Hotel Sonnenhof - Mareestrasse, 29 - Vaduz - Tel. 00414232390202 - real@sonnenhof.li - www.sonnenhof.li -
Questo piccolo e romantico Realais & Chateau è un magnifico hotel a quattro stelle Superior, la cui accoglienza riservata all´ospite è davvero unica. Le camere (17) sono arredate con buon gusto e sono curatissime anche nei dettagli: offrono la massima tranquillità, tutti i comfort e bellissimi panorami da ammirare dalla terrazza della camera. Il ristorante "Marée", curato personalmente da Humbertus, uno degli eredi della famiglia Real (proprietari dell´hotel), propone una cucina che è un "laboratorio" di capolavori di arte culinaria, squisitezze che accarezzano il palato per la gioia di chi ama la buona cucina. I piatti, raffinati e creativi preparati da "master chef" Humbertus sono di eccezionale qualità e presentati in modo splendido, alcuni dei quali prendono spunto dalla tradizionale cucina del Liechtenstein. Ottimi i vini, anche quelli locali. Ricca, golosa e deliziosa la prima colazione, dove c´è solo l´imbarazzo della scelta... Nella bella stagione i vari pasti si possono gustare in terrazzo o nel giardino. Il parco che circonda l´Hotel è splendido, molto ben attrezzato e conparticolari angoli di "pace". La piscina interna è perfetta per ritemprarsi dopo una giornata passata all´aperto (sia d´estate che d´inverno). L´hotel è dotato anche di un Centro Congressi, attrezzato per garantire efficienti riunioni di lavoro.

Dove mangiare e dormire a Malbun

Potete scegliere la cucina e l´ospitalità dell´Alpenhotel (www.alpenhotel.li) o il Kulm (www.hotelkulm.com), uno chalet che dispone di alcune camere con balcone.Oppure si può optare per il Bergrestaurant Sareiserjoch (www.sareis.li) dove potete gustare sostanziosi e golosi piatti svizzeri anche a base di prosciutto affumicato di Malbun ed ammirare dalle terrazze panorami spettacolari.

A un passo dal cielo, Malbun
Info: www.liechtenstein-marketing.li - info@liechtenstein.li

Lasciatevi viziare da noi!Come viaggiare in Svizzera

Affidabile e sicuro, il treno è senza dubbio uno dei mezzi più comodi per raggiungere la Svizzera: veloci EUROCITY partono ogni giorno dall´Italia e qualsiasi città elvetica è facilmente raggiungibile dal nostro Paese. La tariffa Smart (da 22,00 euro) e i piatti tipici della ristorazione a bordo sono buoni motivi per scegliere questo mezzo di trasporto per tutte le città della Confederazione (www.svizzera.it/intreno).Grazie allo Swiss Travel System (www.swisstravelsystem.com) si viaggia con un unico biglietto su 20.000 chilometri di ferrovia, autobus, ferrovie di montagna e battelli svizzeri. Si può scegliere, per esempio, lo Swiss Pass da 4, 8, 15, 22 giorni o da un mese, ottenendo inoltre, una riduzione del 50% sulla maggioranza degli impianti di risalita e l´ingresso gratuito in oltre 400 musei www.museumspass.ch. E poi? Riduzioni sulle visite guidate o pernottamenti in hotel. Ma non è tutto. Fino al prossimo 30 Aprile e dal 1° Novembre al 31 Dicembre 2013 c´è lo Swiss Pass 4+1.Tutti i titolari di uno Swiss Pass, Saver Pass o Youth Pass di prima classe da 4 giorni,ricevono un giorno di viaggio supplementare; questo biglietto è disponibile presso i punti vendita Swiss Travel System di tutto il mondo.

La Swiss International Air Lines propone ogni giorno 21 collegamenti verso Zurigo e Basilea:

3 da Firenze, 6 da Milano, 4 da Roma per Zurigo, 4 da Roma per Basilea, 3 da Venezia, 1 da Bari.

Info: www.swiss.com

Come arrivare a Vaduz

Il Liechtenstein non ha un aeroporto o una ferrovia. E´ raggiungibile dalla Svizzera con l´AutoPostale che effettua corse regolari per Vaduz, da Sargans e Buchs, entrambe lungo la linea principale delle Ferrovie SBB, tra San Gallo e Coira. Un tragitto che dura circa 15/20 minuti. Zurigo (e il suo aeroporto) è a circa un´ora di treno.

Info generali:

Numero Verde: 00800 100 200 30 - info@myswitzerland.com - www.svizzera.it


Franco Lancellotti

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie