26 Settembre 2020
Top News

I Colli Euganei si presentano

16-01-2014 - Per Bacco!
I Colli Euganei sono il risultato di una straordinaria cooperazione tra la natura e il lavoro dell´uomo che ha plasmato una terra, da vent´anni riconosciuta Parco Regionale, in cui il vino rappresenta un elemen­to fondamentale per l´economia e la storia. I colli occupano un´area di un centinaio di chilometri quadrati con una superficie totale del Parco di 18.684 ettari. Il Monte Venda con i suoi 601 metti di altezza troneggia sulle cento e più colline che formano il complesso Euganeo. L´area di produzione della Doc Colli Euganei coinci­de con quella a Parco, ed è divisa a livello amministra­tivo in 15 comuni, ricchi di storia e tradizione. Ogni borgo rappresenta un piccolo scrigno di tradizioni e di storia che vale una visita, specie nelle primavere profumate e negli autunni carichi di colori.

I Colli Euganei sono area a Doc e a Docg

La Denominazione di Origine Controllata "Colli Euganei" viene riconosciuta con D.P.R. del 13 agosto 1969, da quell´epoca molta strada viene compiuta fino ad arrivare alla data del 22 Dicembre 2010, che vede la pubblicazione del nuovo disciplinare per la Doc e la pubblicazione del Decreto Ministeriale che riconosce la Docg per il Fior d´Arancio.

Il disciplinare di produzione della Doc annovera al suo interno numerose tipologie di vino, tale elenco non deve però trarre in inganno. I Colli Euganei sono fortemente identificati in primis dai Moscati, il giallo denominato Fior d´Arancio e il bianco contemplato nella Doc col nome generico di Moscato. Questo famiglia di vitigni, che da sempre ha caratterizzato la viticoltura euganea, produce uve vinificate sia in purezza che in uvaggio. Quest´uva ha trovato nei Colli Euganei un habitat talmente congeniale da offrire prodotti di qualità elevata, con impressionanti spettri aromatici, sia per le classiche versioni dolci, che per le nuove vinificazioni secche. L´altra anima dei Colli Euganei è rappresentata dai vini rossi a base Merlot, Cabernet Sauvignon e Carmenere. Quest´ultimo raro vitigno, di provenienza francese, ha eletto i Colli Euganei a sua dimora, e in uvaggio nel Colli Euganei Rosso regala intense note di peperone verde, che caratterizzano fortemente la cuvee euganea.

Ultimo connotato da inserire nella carta d´identità di queste colline è il Serprino, vitigno autoctono, vinificato frizzante o spumante che regala un vino bianco dai profumi primaverili.
Le altre tipologie elencate nel disciplinare, sono state inserite principalmente quali vitigni migliorativi per la produzione delle cuvee.


Franco Lancellotti

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account