04 Ottobre 2022
Top News

Alois Lageder e il suo strepitoso Krafuss Pinot Nero

25-10-2016 - Per Bacco!
Il Pinot Nero viene coltivato da più di 100 anni nei vigneti della Tenuta Krafuss, situata sulla collina di S.Michele / Appiano-Montagna (BZ) a un´altitudine di 430-450 metri s.l.m.. Un vero e proprio balcone naturale che si affaccia a valle, con una favorevole esposizione a sud-est e un microclima sempre fresco e ventilato. I terreni sono argillosi, rocciosi, calcarei di origine morenica. Nel 1991 sono stati impiantati ad alta densità nuovi e selezionati cloni di Pinot Nero. Dal 2013 le viti di questo maso sono coltivate con metodo biologico-dinamico.

"Il Pinot Nero è sicuramente una delle varietà più difficili da coltivare e vinificare. Dal momento in cui ho convinto mio nonno Roland Riz, proprietario delle Tenuta, a convertire la coltivazione al metodo biologico-dinamico, sapevo che sarebbe stata una bella sfida. A maggior ragione, ora dopo quasi tre anni di lavoro intenso, siamo molto soddisfatti dei risultati e vicini alla certificazione Demeter. Ancora una volta abbiamo potuto constatare che questo metodo di coltivazione aiuta la vite a sviluppare una resistenza sorprendente e a svilupparsi in maniera armonica".

Espressione pura del territorio, il KRAFUSS Pinot Noir di Alois Lageder è incluso nell´assortimento dei Masi, i Grand Cru della Tenuta Alois Lageder, prodotti nei migliori vigneti di proprietà della famiglia.

A proposito della Tenuta Alois Lageder

L´azienda di famiglia Alois Lageder è oggi sinonimo di qualità ed eccellenza nella tradizione enoica altoatesina. Il suo approccio olistico e sostenibile si rispecchia nell´attività vitivinicola biologico-dinamica e nelle molteplici attività artistiche e culturali che costituiscono fonti d´ispirazioni per la Tenuta. Fondata nel 1823 e guidata oggi dalla quinta e sesta generazione Alois Lageder e Alois Clemens Lageder, l´azienda spicca per la sua capacità di fondere tradizione e innovazione. Oltre a gestire i vigneti di proprietà, coltivati con metodi biologico-dinamici su una superficie di circa 50 ettari, l´azienda collabora da decenni con viticoltori provenienti da diverse zone dell´Alto Adige. In questo modo nascono vini che sono veri ambasciatori della loro terra d´origine, rispecchiandone la diversità e la varietà dei vitigni. L´orientamento ecocompatibile seguito in agricoltura trova realizzazione anche nella costruzione della nuova cantina che - inaugurata nel 1995 - ha dato una spinta decisiva all´architettura sostenibile in Alto Adige.

Per maggiori informazioni, visitare il sito www.aloislageder.eu

A cura della Redazione

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie